rbl architecture paysagère

Sources renouvelables

Origine de notre courant : 90% est en provenance des centrales hydroélectriques du Seujet, de Vessy et de Chancy-Pougny et 10% est solaire.

 

Nouveau

Microphon.jpg

Parco Viarno

  • slide
  • slide
Client
Domaine d'activité Architecture
Compétences

 

Il passato storico del parco é sempre stato agricolo.

Successivamente diverse culture agricole sono state insediate prima di scomparire.

 

 

La cultura

La villa rinnovata, che potenzialmente potrebbe ad esempio accogliere una biblioteca , la caffetteria ed il parco giochi, formano il cuore culturale e sociale del parco.

I muri del piano terreno dell'edificio adiacente demolito, formano un legame con la nuova caffetteria. Un giardino confinato, hortus conclusus, vi sarà istallato.

 

 

La natura coltivata

Vogliamo lasciare delle tracce del patrimonio storico e sociale nel parco.

La parte inferiore del parco é associata al passato agricolo con cinque temi dedicati a diverse particolarità botaniche specifiche del Ticino, secondo le scelte delle associazioni operanti nel parco e il responsabile dell'opera.

  • Un giardino in omaggio à Sir Peter Smithers et à Otto Eisenhut con una collezione di Camelie, Paeonie et Wisterie.

  • Un vigneto con dei vitigni antichi ed a mantenimento intensivo.

  • Un orto urbano per le associazioni e le scuole che operano nel parco.

  • Un giardino dedicato al senso dell'olfatto con piante aromatiche ed ordoranti.

 

 

La natura libera

La parte alta del parco é dedicata allo stato naturale con prati fioriti e siepi libere che compensano il bordo mancante della foresta esistente.

La foresta esistente verrà a lungo termine ingrandita e trasformata per potervi insediare delle speci indigene o coltivate nella regione. Verranno sostenuti la successione naturale e la variazione dei bordi

 

La natura liberata

Il torrente Cassone é insediato nel parco. Di fronte all'edificio pubblico, una fontana lascia un momento di libertà all'aqua del torrente.

 

 

Villa Rossa / Estensione / Caffetteria

 

Situata al centro del sito, la villa Viarnetto si trasforma in uno spazio museale.

Ad eccezione di qualche separazione rivista e dell'integrazione di una scala per accedere al sotto-tetto, gli interventi all'interno nella costruzione d'origine resteranno minimalisti.

I volumi esistenti sono tuttavia trasformati: della precedente estensione imponente al lato Sud, solo i muri del piano terreno sono mantenuti per formare il contorno di un giardino che permette il legame con il nuovo edificio della caffetteria adiacente al pendio del lato Est.

 

Sala polivalente

All'angolo della Via Guidoni e della Via Cassina, il nuovo edificio polivalente marca l'entrata secondaria al Nord del parco. Una grande sala polivalente ed altre sale di più˘ ridotte dimensioni, formano un insieme flessibile adatto per accogliere dei gruppi associativi, delle imprese locali et delle manifestazioni pubbliche o private.

 

Edifici misti a Nord ed a Sud

In un gioco di equilibrio asimmetrico, quattro edifici misti inquadrano il parco.

A Nord, tre edifici si raggruppano al bordo del Viale Cassone. I loro piani terreni offrono la possibilità di essere adibiti ad attività‡ commerciali. I piani distribuiscono degli appartamenti a doppio orientamento.

A Sud, un edificio unico si situa lungo la via d'entrata principale del parco. Questo raggruppa degli appartamenti di vari orientamenti.

 

Materialità‡ e struttura

La geometria trapezoidale degli edifici, i rivestimenti delle facciate in legno della sala polivalente e della caffetteria, partecipano a offrire una coerenza all'insieme dei nuovi edifici.

 

Le soluzioni strutturali e di costruzione usate sono contemporaneamente sperimentate ed economiche.